FAD

Corsi di Formazione a Distanza (FAD), in collaborazione con Consulcesi, a cura del team editoriale AME e del Prof. Vincenzo Toscano, in collaborazione con Sanità in Formazione. 

 

Titolo corso: Deficit di 21-idrossilasi nella paziente adulta (3 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Sotto il termine di iperplasia congenita del surrene si raccolgono tutta una serie di malattie geneticamente trasmesse, correlate con difetti genetici che condizionano la sintesi del cortisolo e pertanto comportano un incremento dell’ACTH che induce l’incremento volumetrico e funzionale delle ghiandole surrenaliche, con iperproduzione degli ormoni a monte del difetto enzimatico e riduzione di quelli a valle, con conseguente difetto di cortisolo che rappresenta il prodotto terminale della cascata biosintetica. Nella nostra popolazione la più frequente di queste forme è il difetto di 21-idrossilasi, che può esordire in epoca neonatale con perdita salina e mascolinizzazione dei genitali nei feti di sesso femminile e macrogenitosomia in quelli di sesso maschile, perché il difetto impedisce la formazione dell’aldosterone (che agisce trattenendo il sodio) e favorisce l’incremento degli androgeni. La patologia, se non rapidamente riconosciuta, porta a morte il bambino nei primi giorni di vita. Forme di difetto parziale hanno un esordio più tardivo e possono condizionare sintomi più tardivi e molto meno rilevanti ai fini prognostici. Tuttavia, anche nei soggetti adulti la fertilità può essere compromessa e quindi la malattia assume il suo rilievo. Il corso svilupperà soprattutto questi aspetti.


Titolo corso: Scompenso cardiaco nel diabete mellito 2 (2 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Il diabete mellito è un quadro metabolico che si associa ad aumentato rischio cardio-vascolare. In particolare, i soggetti affetti hanno aumentato rischio di infarto del miocardio (2-4 volte maggiore rispetto alla popolazione generale) e di ictus e scompenso cardiaco (2-5 volte maggiore rispetto alla popolazione generale). Il rischio di scompenso cardiaco aumenta all’aumentare dei valori di emoglobina glicata e rappresenta la prima causa di ricovero dei pazienti diabetici; da ciò la necessità di una diagnosi precoce della patologia diabetica, del compenso glicemico ottimale e dello screening delle possibili complicanze associate, tale da consentire una stratificazione del rischio cardio-vascolare e un trattamento adeguato. La “cardiomiopatia diabetica” è una nuova definizione volta a sottolineare il ruolo del diabete nella patogenesi dello scompenso cardiaco: si tratta di un’entità caratterizzata da anormale performance o struttura miocardica secondaria a un insulto metabolico in assenza di coronaropatia, ipertensione e valvulopatia significativa. Colpisce il 5 % dei pazienti diabetici e il danno miocardico è indotto mediante meccanismi di gluco-tossicità, infiammazione, stress ossidativo, disfunzione endoteliale, alterazione del sistema nervoso autonomo e del sistema renina-angiotensina. Fondamentale è pertanto la scelta dei farmaci ipoglicemizzanti, ipolipemizzanti e anti-aggreganti sulla base del quadro metabolico e del rischio cardio-vascolare del paziente stesso.


Titolo corso: L’algoritmo terapeutico del diabete mellito 2 (2 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

L’incidenza del diabete mellito di tipo 2 cresce di anno in anno, tanto che si parla di una vera epidemia. Negli ultimi anni abbiamo assistito a una vera e propria innovazione delle terapie diabetologiche disponibili e pertanto degli algoritmi terapeutici. Da anni i farmaci ‘tradizionali’ per la cura del diabete mellito (sulfaniluree e glinidi) sono sul banco degli imputati per l’elevato rischio di ipoglicemia, soprattutto nel paziente fragile, e per l’elevato rischio cardio-vascolare emerso dagli studi di confronto con i nuovi farmaci. Gli entusiasmanti risultati che alcuni farmaci appartenenti alla categoria degli analoghi del GLP-1 e delle gliflozine hanno evidenziato negli studi di prevenzione cardio-vascolare hanno infatti rivoluzionato l’approccio al paziente diabetico, sempre più orientato a una maggiore personalizzazione sia della terapia che dei target da ottenere. Sia per definire la terapia che i target appare di fatto fondamentale tenere in considerazione sia aspetti clinici, che altri legati alla condizione sociale e personale del paziente, come età, comorbilità, fragilità, prevenzione di ipoglicemia. La scelta dei farmaci da aggiungere alla metformina deve essere effettuata tenendo conto delle caratteristiche del paziente, compresi i rischi e i benefici di ciascun farmaco, individualizzando la terapia.


Titolo corso: Epatopatia nel diabete mellito 2 (3 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Il diabete di tipo 2 è associato a un ampio spettro di alterazioni epatiche, tra cui aumento degli enzimi epatici, NAFLD, cirrosi, epatopatia HCV-correlata, carcinoma epato-cellulare ed epatite acuta. In particolare la NAFLD ha una prevalenza molto alta tra i pazienti diabetici obesi, ma interessa pure più di un terzo dei pazienti diabetici con BMI e transaminasi normali. Il riconoscimento e corretto inquadramento diagnostico di tale complicanza è fondamentale per predire non solo l’esito epatico, data la sua possibile evoluzione in cirrosi ed epato-carcinoma, ma anche quello cardio-vascolare, date le molteplici ripercussioni sistemiche associate all’epatopatia. Le modifiche, pertanto, dello stile di vita e la personalizzazione della terapia anti-diabetica sono fondamentali per prevenire la possibile evoluzione della malattia epatica e ridurre la mortalità globale del paziente.


Titolo corso: La medicina che verrà. L’innovazione digitale nel Sistema Salute (2 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

L’innovazione digitale in medicina è, mai come ora, un argomento fondamentale per il futuro della Sanità e per la salute pubblica. Per comprendere quale sia ad oggi il ruolo del digitale in questo nuovo ecosistema, l’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità ha identificato e analizzato le diverse fasi attraverso le quali il cittadino/paziente entra in contatto con il “sistema Salute”, studiando il livello di diffusione e maturità delle tecnologie digitali che supportano ciascuna fase. Attraverso questi dati ed alcuni esempi virtuosi, nel corso si andrà ad approfondire la situazione attuale del nostro Paese, per delineare quelle che sono le esigenze e le prospettive per migliorare ed adeguare la digitalizzazione del nostro Sistema Sanitario a quello dei paesi più tecnologicamente avanzati.


Titolo corso: La rivascolarizzazione coronarica nel diabete mellito di tipo 2 (5 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Nei soggetti con diabete è fondamentale effettuare una precisa valutazione del rischio cardiovascolare globale, per svelare anche l’eventuale presenza di forme subcliniche di malattia cardiovascolare. Diabete e malattia cardiovascolare sono strettamente correlati. Infatti, un corretto stile di vita è il cardine della terapia sia del diabete che della prevenzione cardiovascolare. Inoltre, se da un lato l’iperglicemia è correlata ad outcome peggiori nel paziente ospedalizzato, anche l’ipoglicemia può essere dannosa, poiché attiva le vie infiammatorie e può portare a effetti deleteri emodinamici e metabolici a livello miocardico, con riduzione della riserva coronarica, prolungamento del QT e aumento del rischio aritmico. E’ pertanto compito del diabetologo impostare la più adeguata terapia anti-diabetica, con particolare attenzione alla sua gestione nel paziente ospedalizzato. Questo corso espone i risultati delle più recenti evidenze e le indicazioni delle linee guida internazionali.


Titolo corso: Il peso del diabete. L’obesità moderata-severa nel diabetico (3 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

In tutto il mondo obesità e diabete di tipo 2 sono in aumento e rientrano tra le malattie cronico-degenerative che hanno maggiore impatto sulla salute dei cittadini, essendo entrambe gravate da complicanze invalidanti. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la prevalenza dell'obesità a livello globale è più che raddoppiata dal 1980 ad oggi: oltre il 35% della popolazione mondiale ha, infatti, problemi di eccesso di ponderale. Il fenomeno è in forte crescita e interessa sempre più anche le fasce giovani della popolazione, con importanti costi sociali. La presenza di obesità, peraltro, peggiora il controllo glicemico e i parametri metabolici e di rischio cardio-vascolare del paziente diabetico. Per fronteggiare questa condizione, oltre alle fondamentali modifiche dello stile di vita, esistono strumenti di tipo farmacologico e chirurgico sempre più innovativi ed efficaci.  Èimportante personalizzare la terapia ipoglicemizzante in base al fenotipo del paziente, considerando in particolare i farmaci con effetto neutro o di riduzione ponderale. Inoltre, è opportuno conoscere la terapia farmacologica dell’obesità e i criteri di prescrivibilità nel soggetto diabetico. Nel soggetto obeso diabetico non controllato con la terapia medica può essere indicata la chirurgia bariatrica. Tale chirurgia, anche detta “metabolica”, permette, infatti, un migliore controllo del diabete attraverso la riduzione dell’introito calorico, il calo ponderale e la riduzione della insulino-resistenza.


Titolo corso: Paziente virtuale: un’atipica sindrome astenica (10 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Questo corso descrive una serie di situazioni dove il partecipante si trova virtualmente seduto di fronte a un paziente che lamenta una grave astenia. Sarà cura del professionista eseguire un’anamnesi accurata, richiedere esami diagnostici appropriati, prescrivere farmaci ed eventuali terapie. L’obiettivo finale è quello di arrivare a una diagnosi corretta, che porti a un approccio terapeutico adeguato. È il primo caso clinico in cui abbiamo utilizzato una voce narrante, che presenta il paziente e propone varie scelte. Il professionista affronta snodi decisionali e ogni opzione (giusta o sbagliata) si accompagna a una spiegazione sostenuta da rimandi alla letteratura scientifica. Il corso si pone l’obiettivo di guidare gradualmente il partecipante verso l’approccio diagnostico-terapeutico più adeguato, sfruttando una forma di apprendimento “per prove ed errori”.


Titolo corso: D come deficit. La carenza di vitamina D nell'adulto (2 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020


Titolo corso: I Tumori Tiroidei. Classificazione WHO e stadiazione TNM (2 crediti ECM)
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020


Titolo corso: L’età fragile. La terapia nell’anziano diabetico (2 crediti ECM)

Titolo corso: Covid-19. La gestione del paziente con diabete ed endocrinopatie (2.6 crediti ECM)

La patologia conferisce ai pazienti affetti un profilo di particolare fragilità, specialmente quando il paziente è più avanti con gli anni. In questi pazienti l’attenzione del medico deve essere particolarmente raffinata e tenere conto di equilibri che diventano instabili con grande velocità, facendo precipitare il paziente verso problematiche complesse che ne possono condizionare la sopravvivenza. La pandemia da Corona virus 19 e le morti particolarmente più frequenti nei pazienti con diabete sottolineano ulteriormente la fragilità di questi ultimi. Il corso dedicato sottolinea i comportamenti da tenere per ridurre i rischi di questi pazienti.


Titolo corso: Iperaldosteronismo Primario
Numero crediti: 3
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

L’Iperaldosteronismo è una situazione clinica che può sottendere ad una patologia nodulare del surrene o essere una funzionale risposta ad alterazioni del sistema renina-angiotensina. Con questa FAD vi proponiamo un corso finalizzato a chiarire le diverse problematiche e come affrontare il percorso diagnostico terapeutico.


Titolo corso: Togliersi un Peso. La terapia medica dell’obesità
Numero crediti: 2
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

L’obesità, malattia cronica complessa, ha una prevalenza in aumento e un forte impatto su mortalità, morbilità e costi per la sanità. L’eziopatogenesi è multifattoriale, riconoscendo cause genetiche, ambientali e psicologiche. Negli ultimi anni sono state acquisite importanti conoscenze fisiopatologiche, che hanno guidato le innovazioni terapeutiche (nutrizionali, comportamentali, farmacologiche e chirurgiche). Il percorso di cura va dalla presa in carico del paziente, alla stratificazione della gravità della patologia e delle sue comorbilità (diabete, dislipidemia, ipertensione, cardiopatia, OSAS, steato-epatite) alla definizione di un piano terapeutico individualizzato. L’obiettivo del trattamento non è solo la riduzione ponderale, ma soprattutto la prevenzione delle complicanze o il trattamento delle comorbidità eventualmente già in atto, al fine di migliorare la qualità di vita e ridurre la mortalità del paziente. 


Titolo corso: Sindrome dell’ovaio policistico. Dalla diagnosi differenziale alla gestione
Numero crediti: 2
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

La PCOS è una patologia riscontrabile nel 10% delle donne in età riproduttiva, la cui diagnosi è di esclusione e si basa sulla presenza di almeno due di questi tre sintomi: disturbo ovulatorio cronico, iperandrogenismo clinico e/o biochimico, evidenza ecografica di ovaio policistico. La corretta gestione richiede conoscenza ed esperienza in ambito endocrinologico, tali da consentire di escludere patologie importanti sottostanti (sindromi genetiche o più raramente patologie neoplastiche) e condizioni para-fisiologiche (es. i criteri diagnostici accettati sono applicabili con molta difficoltà nei primi anni dopo il menarca). L’insulino-resistenza e/o l’iperinsulinemia compensatoria hanno un ruolo chiave, riscontrandosi nelll’80% di donne affette con obesità viscerale ma anche nel 30-40% di quelle magre. La presentazione clinica è eterogenea e la gestione dipende dal fenotipo clinico e dalle priorità della paziente, mirando al trattamento dei segni e sintomi specifici mediante la modifica dello stile di vita e/o l’utilizzo di insulino-sensibilizzanti e/o combinazione di terapie anti-androgene/estro-progestiniche.


Titolo corso: Feocromocitoma e paraganglioma. Tra diagnosi e counseling genetico
Numero crediti: 4
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Il feocromocitoma e i paragangliomi sono tumori rari di origine neuroendocrina, a sede rispettivamente surrenalica ed extra-surrenalica. Il feocromocitoma e i paragangliomi derivanti dai gangli simpatici toracici e addominali hanno capacità di secernere catecolamine, provocando sintomi adrenergici, come ipertensione stabile o a crisi, tachicardia, ipersudorazione, cefalea, angor, fino a simulare attacchi di panico. I paragangliomi derivanti dai gangli parasimpatici della regione testa/collo non sono secernenti e si riscontrano incidentalmente o per sintomi da compressione. Il quadro clinico, pertanto, è variegato e aspecifico e in molti casi la scoperta può anche essere occasionale, in corso di indagini radiologiche. La diagnosi prevede la misurazione delle metanefrine plasmatiche e/o urinarie e successive indagini radiologiche. Il corretto inquadramento diagnostico può esser complesso e richiede la conoscenza delle metodiche più adatte e delle rispettive caratteristiche di sensibilità/specificità.


Titolo corso: Diabete: monitoraggio costante. Gestione clinica e nuove tecnologie
Numero crediti: 3
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Il monitoraggio costante del paziente diabetico permette di intervenire in maniera rapida sia sugli errori alimentari che sulla terapia assunta, evitando sia i rischi di iperglicemia (più strettamente correlati con l’insorgenza di complicanze) che di episodi di ipoglicemia (che possono condizionare, specialmente nei pazienti più anziani, cadute e infarti). La FAD che vi proponiamo su questo tema illustra i vantaggi di questa tipologia di intervento.


Titolo corso: Doping. Riconoscere e contrastare il fenomeno nello sport amatoriale
Numero crediti: 2
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Per quanto riguarda il doping, siamo portati a pensare che si tratti di una problematica limitata a un mondo di persone (atleti professionisti) con le quali di solito gli endocrinologi non vengono in contatto. In realtà, il grosso del doping è correlato con lo sport amatoriale e sappiamo pure come l’uso di anabolizzanti e di steroidi mini fortemente la salute di queste persone. La FAD vi propone dati e può aiutare nell’individuazione dei sintomi di persone che hanno ceduto a questa tipologia di aiuti per primeggiare, perdendo di vista l’ideale che c’è dietro a qualsiasi attività sportiva.


Titolo corso: Paziente virtuale: cosa si nasconde dietro l'ipertensione in gravidanza?
Numero crediti: 7
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

Il corso guida il partecipante attraverso il caso clinico di una donna con diagnosi di ipertensione in gravidanza. Sarà cura del professionista eseguire un’anamnesi accurata, richiedere esami diagnostici appropriati, prescrivere farmaci ed eventuali terapie. Il professionista affronta snodi decisionali ed ogni opzione (giusta o sbagliata) si accompagna ad una spiegazione supportata da rimandi alla letteratura scientifica. Il corso si pone l’obiettivo di guidare gradualmente il partecipante verso l’approccio diagnostico-terapeutico più adeguato, sfruttando una forma d’apprendimento “per prove ed errori”.


Titolo corso:  Sessualità maschile nel diabete mellito di tipo 2
Numero crediti: 3
Periodo di erogazione del corso: fruibile fino al 31.12.2020

La disfunzione erettile nel paziente affetto da diabete mellito di tipo 2 è estremamente frequente, ha un impatto rilevante sulla qualità di vita e –potendo rappresentare un segno precoce di vasculopatia– si associa ad un aumentato rischio cardio-vascolare. Pertanto, sono necessari uno screening sistematico e un’identificazione precoce della disfunzione erettile come parte integrante della stratificazione del rischio CV del paziente diabetico. La valutazione della disfunzione erettile richiede un’attenta anamnesi, corroborata da questionari (quali il questionario dell’indice internazionale di funzione erettile, International Index od Erectile Function [IIEF] e l’intervista strutturata sulla disfunzione erettile, Structured Interview on Erectile Dysfunction [SIEDY]), esame obiettivo ed esami di laboratorio specifici. A ciò si associa l’utilizzo di metodiche strumentali quali l’eco-Doppler penieno. La terapia della disfunzione erettile nel paziente affetto da diabete include un accurato controllo glicemico associato a cambiamenti dello stile di vita e alla riduzione dei fattori di rischio di sindrome metabolica e malattia CV. Ciò si associa il più delle volte a trattamenti sintomatici di tipo farmacologico (sia sistemici che topici), che possono accompagnarsi a terapia con testosterone in pazienti affetti da ipogonadismo.


Titolo corso: "Ecografia della patologia endocrina del collo"
Propedeutico all’esame pratico-teorico PVC del percorso di Certificazione EPEC


ISTRUZIONI PER L’ATTIVAZIONE DEL COUPON

Possono partecipare alla Formazione A Distanza solo i Soci AME in regola con la quota annuale.

Per accedere ai Corsi, è necessario attivare il proprio account. Farlo è semplice e richiede pochi minuti. Ogni Corso attivo richiede un codice (per esempio ME-007-1f91d136): in caso di dubbi, contatta la nostra Segreteria. Ecco la procedura:

  1. accedi al sito Sanità Informazione: https://landing.sanitainformazione.it/coupon/it/welcome
  2. inserisci il codice che la Segreteria AME ti ha inviato al tuo indirizzo di posta elettronica
  3. compila il format online con i tuoi dati, accetta l’informativa sulla privacy e clicca il pulsante "Attiva ora"
  4. dopo qualche minuto di attesa, riceverai un messaggio di posta elettronica (all’indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione) contenente le tue credenziali di accesso
  5. Ora puoi effettuare il login alla tua pagina dei Corsi attivi, accedendo a https://landing.sanitainformazione.it/coupon/it/welcome

Se avessi bisogno di assistenza, puoi chiamare il numero verde 800-135959: il centralino Sanità In Formazione è a tua disposizione per darti tutte le indicazioni necessarie.