Iinterviste a soci meno conosciuti

Partendo dalla riflessione che la pandemia in corso, tra i tanti danni provocati, ci sta anche privando della possibilità di avere momenti di socialità tra colleghi, tanto importanti per creare o saldare collaborazioni professionali, tutto ciò con effetti negativi sulla nostra pratica clinica quotidiana, abbiamo pensato di creare degli spazi “virtuali”, dove, di volta in volta, ogni socio AME, anche e soprattutto quelli delle sedi più remote, si presenta, illustra il suo centro di appartenenza e magari si fa qualche chiacchiera stile “aperitivo” virtuale con i vari soci collegati.